Festival di Sanremo, il sindaco Biancheri illustra la bozza della nuova convenzione con la Rai

di Marco Innocenti

Accordo biennale da 4,850 milioni l'anno. Due nuovi programmi legati al Festival e cresce del 5% la dotazione di abbonamenti per hotel e casinò

Festival di Sanremo, il sindaco Biancheri illustra la bozza della nuova convenzione con la Rai

Il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri ha illustrato oggi la bozza di rinnovo della convenzione con la Rai per la realizzazione del Festival di Sanremo, in un vertice di maggioranza e poi in una riunione dei capigruppo. Dopo due anni di proroghe annuali, dettate dall'incertezza legata alla pandemia, quest'anno il rinnovo della convenzione è stato impostato su base biennale. Il corrispettivo annuale Rai è stato fissato in 4 milioni 850 mila euro in favore del Comune di Sanremo.

Nell'ambito della trattativa, l'amministrazione ha chiesto e ottenuto di inserire in convenzione la possibilità che vengano realizzati e trasmessi sui canali Rai due nuovi programmi televisivi legati al Festival di Sanremo, con un parziale rimborso delle spese sostenute da Rai. Obiettivo, incrementare la promozione della città nelle settimane successive al Festival, sulla scorta di quanto già accaduto l'anno scorso, con il successo dei programmi 'Making of' e 'Backstage' che ottennero in prima serata un ascolto medio di oltre 5 milioni di telespettatori.

Un'altra novità arriva dalla bigliettazione: su richiesta di Biancheri verrà incrementata del 5% la dotazione di abbonamenti in favore degli alberghi sanremesi e del Casinò con diritto di prelazione. Sulla presenza dei giovani di Area Sanremo al Festival, viene garantita la partecipazione in misura del 30%, ferma restando la realizzazione della categoria Nuove Proposte.

"E' stata una trattativa impegnativa - afferma Biancheri - Posso dire che partivamo da posizioni molto distanti, con la Rai che sta attuando da tempo politiche di contenimento dei costi su tutta la produzione e ci aveva posto condizioni per noi irricevibili. Poi dopo lunghe trattative durate mesi, partite addirittura con il precedente management e sotto un altro Cda, siamo arrivati a un punto d'incontro soddisfacente per la città, per le prospettive di crescita dell'evento anche in relazione al coinvolgimento del tessuto cittadino, per spazi di visibilità e promozione e perché il saldo introiti-spese resta invariato".

A pochi giorni da Sanremo Giovani (15 dicembre), con la definizione della trattativa la macchina organizzativa e logistica del prossimo Festival di Sanremo è pronta a partire.