Femminicidio Ventimiglia, Sharon colpita con un proiettile alla testa e due al torace

di Alessandro Bacci

L'esito dell'autopsia sulla salma della 30enne, l'omicida Antonio Vicari infine si è sparato alla tempia

E' stata uccisa con almeno tre colpi di arma da fuoco, uno sulla parte alta della testa e due al torace Sharon Micheletti, 30 anni, colpita domenica scorsa a Ventimiglia dall'ex compagno Antonio Vicari, 64 anni, che poco dopo si è suicidato. Stamani, infatti, il medico legale Andrea Leoncini ha eseguito l'autopsia sulle salme delle due vittime dell'omicidio-suicidio.

Vicari si è tolto la vita con un unico colpo alla tempia destra. Sharon sarebbe morta all'istante con entrambe le ferite (testa e torace) che sono risultate ugualmente fatali. I proiettili sarebbero stati esplosi da una semiautomatica 7,65 sulla cui provenienza sono in corso accertamenti, da una distanza di un metro/un metro a mezzo dal bersaglio.

Sharon era seduta in auto, con il conducente suo amico che era appena sceso per comprare le sigarette, quando si è avvicinato Vicari che dal finestrino lato guida ha sparato i colpi in rapida successione.