Crollo del ponte, Bucci: "Genova è un esempio da seguire"

di Redazione

Durante l’assemblea pubblica di Confindustria il sindaco chiede, però, altre infrastrutture

"Siamo un esempio da seguire perché la coesione e il rimboccarsi le maniche che abbiamo dimostrato qui a Genova è un esempio per tutti. Questo non vuol dire che dobbiamo sederci sugli allori ma che dobbiamo continuare a fare così". Questo ha detto il sindaco di Genova Marco Bucci durante l’assemblea pubblica di Confindustria a Genova.

"Stasera, anzi domani - ha continuato il primo cittadino - va su un altro impalcato, tra le pile 16-17, sulla parte di levante, dipenderà dal vento ma penso che andrà domani". "Dobbiamo pensare al di là degli Appennini. Le nostre aziende sono in grado di stare sul mercato globale, ma dobbiamo stare connessi. "

"Abbiamo da recuperare 20 anni di non investimenti e di declino - ha sottolineato Bucci - Ma stiamo ripartendo, i numeri lo dicono chiaro e tondo. Non è possibile che questa nostra crescita sia rallentata o addirittura interrotta dalla mancanza di infrastrutture e di supporto da chi ci deve dare i fondi per le infrastrutture. Questo è inaccettabile e protesteremo con tutte le nostre forze . Abbiamo la possibilità di crescere, stiamo crescendo, abbiamo bisogno di infrastrutture. Detto più forte di così da tutti non so come si possa fare".