Covid, incremento regioni con terapie intensive oltre la soglia: sono 8

di Redazione

Erano 6 la scorsa settimana

Salgono a 8 le regioni che superano la soglia critica del 30% dei posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti Covid. Erano 6 la scorsa settimana. Si tratta di Abruzzo (37%), Friuli Venezia Giulia (33%), Lombardia (33%), Marche (36%), Molise (36%), Provincia autonoma di Bolzano (35%), Provincia autonoma di Trento (39%), Umbria (57%). E' quanto si apprende dal monitoraggio pubblicato sul portale dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, aggiornato al 24 febbraio. 

Per quanto riguarda invece i posti letto nei reparti di malattie infettive, medicina generale e pneumologia, occupati da pazienti Covid-19, a livello nazionale il valore è al 29%. Si tratta di una percentuale stabile rispetto a una settimana fa e 11 punti sotto il livello del 40%, definita come "soglia critica" dal Decreto del Ministero della Salute dello scorso 30 aprile: se viene superata, infatti, diventa problematica la presa in carico dei pazienti che necessitano il ricovero per motivi di salute non collegati al Covid-19. A superare tale soglia di sicurezza del 40% sono, però, secondo il monitoraggio Agenas 4 regioni, una in più rispetto al 17 febbraio: Marche (47%), Molise (43%), Bolzano (41%), Umbria (54%).