Covid, arriva l'ok di Ema al vaccino Novavax: come funziona e quando sarà disponibile

di Marco Innocenti

Due studi internazionali hanno evidenziato una riduzione di circa il 90% dei casi sintomatici a partire da 7 giorni dopo la seconda dose

Covid, arriva l'ok di Ema al vaccino Novavax: come funziona e quando sarà disponibile

Cominciamo col dire che si tratta di un vaccino proteico, il cui funzionamento è del tutto differente da quelli finora autorizzati per la somministrazione in Europa e, quindi, anche nel nostro paese. Stiamo parlando di Novavax, l'ultimo vaccino a ricevere il via libera da Ema, l'agenzia del farmaco europea. La somministrazione avverrà su due dosi, a distanza di 21 giorni l'una dall'altra come per Pfizer o Moderna.  Il nuovo vaccino sarebbe composto da proteine che si aggregano "simulando" la struttura propria del virus Sars-Cov-2 e per questo, una volta introdotto nel corpo del soggetto, stimola il sistema immunitario a produrre anticorpi e cellule T, che saranno quindi pronte ad attaccare il virus in caso di contagio. Una tecnologia diversa, quindi, rispetto ai vaccini oggi disponibili ma già ampiamente testata in altri tipi di vaccino.

Due gli studi sui quali si è concentrata l'Ema per dare il proprio ok al nuovo vaccino: nel primo, condotto in Messico e Stati Uniti, è stata evidenziata una riduzione del 90,4% dei casi sintomatici dopo 7 giorni dall'aver ricevuto la seconda dose. L'altro, condotto in Gran Bretagna, ha calcolato una riduzione dell'89,7%. Dati che si riferiscono a sperimentazioni sulle varianti già note. Al momento non esistono dati sulla sua efficacia contro la variante Omicron. Sul fronte poi degli effetti avversi, al momento sono state registrate solo lievi forme di febbre e mal di testa, comunque in meno dell'1% delle somministrazioni.

L'Unione Europea ha già firmato il primo contratto lo scorso 4 agosto e adesso attende la prima fornitura di oltre 100 milioni di dosi, che dovrebbe arrivare da marzo 2022. Altre 100 milioni saranno poi disponibili all'acquisto nel corso del prossimo anno e poi anche nel 2023.