Variante Omicron, impennata di nuovi contagi in Gran Bretagna e Sudafrica. In Italia siamo a 9 casi accertati

di Marco Innocenti

In Inghilterra, su 22 casi, 12 sono stati registrati in persone con doppia dose vaccinale e 6 in persone non vaccinate. I decessi però restano sotto controllo

Variante Omicron, impennata di nuovi contagi in Gran Bretagna e Sudafrica. In Italia siamo a 9 casi accertati

Se da un lato la contagiosità della variante Omicron fa paura, dall'altro però si sta rilevando con sempre maggior chiarezza come la nuova evoluzione del virus Sars-Cov-2 potrebbe essere decisamente meno aggressiva delle precedenti. Resta però il fatto che, nei 38 paesi in cui è stata finora rilevata, la curva dei contagi sta riprendendo ad impennarsi. In Italia, ad oggi, i casi di variante Omicron registrati sono 9. Ieri, il primo caso anche in Lussemburgo mentre in Portogallo si è già arrivati a 34.

Situazione ben più grave invece in Gran Bretagna, dove i casi confermati di Omicron sono saliti a 150, più che raddoppiando in meno di 24 ore. Solo in Inghilterra, infatti, ai 29 casi di due giorni fa, se ne sono aggiunti altri 75 e molti di questi sono stati riscontrati in persone che non hanno effettuato di recente viaggi all'estero. Segno insomma che la variante sta iniziando a circolare all'interno del paese.

Secondo Jenny Harries, direttrice dell'Agenzia Nazionale per la sicurezza della Salute, dei 22 casi di omicron rilevati al 30 novembre, ben 12 (cioé il 55%) si sono registrati in persone che avevano completato il ciclo vaccinale con 2 dosi, 6 in persone non vaccinate e 2 in persone con una sola dose. Delle altre due persone, non si conosce lo status vaccinale. In Inghilterra, però, sottolineano le autorità, la quota dei vaccinati è di gran lunga superiore a quella dei non vaccinati, quindi  l'elevata percentuale degli infetti registrata tra i vaccinati non indica necessariamente che la variante Omicron sia resistente al siero.

In Sudafrica, intanto, il numero dei casi covid è salito, in sole 24 ore, di oltre 16mila unità, portando il numero dei contagiati nel paese a più di 3 milioni. Il 72% dei nuovi casi risiede nella provincia del Gauteng, la più popolosa di tutto il paese, con la capitale Pretoria e la città di Johannesburg, vero centro economico della nazione. Nonostante l'impennata dei contagi sia imponente, però, nello stesso giorno si sono registrati appena 25 decessi.