Ucraina: la Liguria stanzia 1,5 milioni da addizionale Irpef

di Redazione

Via libera al pagamento per la gestione dell'emergenza ucraina. Il decreto è basato sulle stime della protezione civile

Ucraina: la Liguria stanzia 1,5 milioni da addizionale Irpef

Via libera della Regione al pagamento di 1 milione e 502 mila euro per fare fronte alle spese di attivazione delle prime misure realizzate in Liguria per la gestione dell'emergenza Ucraina.

Il decreto del direttore generale della Regione è basato sulle stime della protezione civile in Liguria per il periodo dal 10 al 31 marzo scorso con questa suddivisione di costi: prestazioni sanitarie Asl 643 mila euro, strutture di accoglienza con prestazioni bassa intensità 385 mila euro, strutture per positivi Sars-Cov2 60 mila euro, info-point 50mila euro, trasporti 10mila euro, Liguria Digitale (sito, numero verde), 80 mila euro, farmaci e device già consegnati dalla protezione civile 259 mila euro, missione di supporto pediatrico Gaslini per emergenza Ucraina 15mila euro.

La Regione trasferisce i fondi all'Agenzia regionale sanitaria ligure Alisa che provvederà ai pagamenti, mentre a livello di bilancio della Regione la somma di 1 milione e 502mila euro viene imputata a carico del Ministero dell'Economia delle Finanze sul capitolo di entrata relativo all'addizionale regionale sull'imposta sul reddito delle persone fisiche Irpef, quota libera.