Condividi:


Traffico di droga tra Italia e Albania, l’indagine parte dal Tigullio

di Redazione

L’operazione è stata battezzata “Ottobre rosso” proprio perché le indagini sono iniziate nell’ottobre del 2016

I Carabinieri di Santa Margherita Ligure, in collaborazione con il personale del Nucleo Investigativo di Genova, hanno dato esecuzione a 29 ordinanze di custodie cautelari. Si tratta di 15 italiani e 14 albanesi accusati a vario titolo di traffico di stupefacenti, estorsione e detenzione di armi clandestine. 

L’operazione è stata battezzata “Ottobre rosso” proprio perché le indagini sono iniziate nell’ottobre del 2016 quando le forze dell’ordine hanno trovato 38 chilogrammi di marijuana nel bagagliaio di un’auto a Rapallo.

Nel corso delle indagini dal 2016 a oggi sono state sequestrate oltre 7 tonnellate di droga tra hashish, marijuana e cocaina e diversi motoscafi e gommoni che servivano per il trasporto della merce dall’Albania all’Italia.

Una volta arrivati in Italia gli stupefacenti venivano poi smerciati in tutta la Penisola con furgoni e autocarri adibiti al trasporto della frutta. E proprio dal Tigullio veniva gestito il traffico di marijuana che poi attraversava diverse città italiane ma anche alcune città in Francia e Germania.