Condividi:


Gronda e Ilva, Toti accusa il Governo: "Su Genova si è superato il livello di guardia"

di Redazione

Il leader di "Cambiamo!" è contrario alla manovra che rischia di bloccare il progetto di radoppio della A10

 "Se il Governo è riuscito a far saltare l'avvio dei cantieri della Gronda autostradale di Genova e mettiamo in fila tutti i danni che sono stati fatti negli ultimi mesi a Genova, la Gronda da un lato e l'Ilva dall'altro, credo che francamente si sia superato il livello di guardia".

Così il presidente della Regione Liguria e leader di Cambiamo! Giovanni Toti stamani a Genova commenta l'articolo della manovra che riduce le agevolazioni fiscali a favore dei concessionari autostradali rischiando di bloccare definitivamente l'iter del progetto del raddoppio dell'autostrada A10 nel tratto interessato dal crollo del ponte Morandi, cha Aspi avrebbe dovuto avviare a inizio 2019. "La Gronda non solo è un'opera strategica, è un'opera che doveva essere già partita, non doveva essere pagata dai contribuenti italiani, quindi non doveva far parte della manovra, ma da una grande concessionaria autostradale che avrebbe dovuto pagarla con i soldi relativi al suo contratto di concessione", sottolinea.