Condividi:


The Disinformation Dozen: 12 persone responsabili del 65% delle fake news sui vaccini

di Marco Innocenti

Solo nell'ultimo mese avrebbero diffuso 105 contenuti social raggiungendo 29 milioni di visualizzazioni

Ci sarebbero solo 12 persone dietro due terzi delle fake news diffuse negli Stati Uniti intorno ai vaccini. E' il sorprendente risultato di due studi condotti da due organizzazioni no profit statunitensi: il Center for Countering Digital Hate (Ccdh) e Anti-Vax Watch. Da questi studi è emerso infatti che gran parte delle bufale sui vaccini, proviene da pochi, anzi pochissimi utenti della rete, solo 12 appunto.

Il primo studio ha preso in esame 812mila post contenenti false notizie antivax, pubblicati su Facebook e Twitter fra il 1° febbraio e il 16 marzo ed ha rilevato che ben il 65% di essi era originato da 12 persone. Questa percentuale sale ancora, arrivando al 73%, se si considerano solo i post pubblicati su Facebook. Grazie poi al secondo studio, coordinato da Anti-Vax Watch, si è potuto verificare come quest'attività di diffusione di fake news non si sia assolutamente arrestata o ridotta. Solo nel mese di aprile, infatti, la "disinformation dozen" - com'è stata ribattezzata - ha postato qualcosa come 105 contenuti fake che hanno raggiunto 29 milioni di visualizzazioni.