Spezia, via libera al nuovo Felettino. Peracchini: "Una nuova pagina storica per la città"

di Marco Innocenti

I sindacati: "La città aspetta da troppo tempo, adesso si apra il cantiere al più presto e si proceda col piano di assunzioni e investimenti su tutta la sanità"

Spezia, via libera al nuovo Felettino. Peracchini: "Una nuova pagina storica per la città"

“Una giornata storica per la nostra città, che vede riavviato tutto l’iter per la costruzione dell’Ospedale Felettino". A dirlo è il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini dopo l'annuncio  del via libera da parte del Ministero dell’Economia e del Ministero della Salute e la sinergia con Regione Liguria e ASL5 alla ripartenza della gara d’appalto per assegnare i lavori e la realizzazione del nuovo ospedale.

"Quella del Felettino - dice Peracchini - è una delle pagine più buie della nostra città che oggi vede una nuova alba grazie a una sinergia senza precedenti, frutto di una politica del fare come quella che contraddistingue il centrodestra. Credo che tutte le istituzioni in campo abbiano dimostrato, con un lavoro di coordinamento attento e silenzioso, una grande attenzione verso le necessità del nostro territorio mettendo nell’agenda politica la sanità al primo posto. Dopo quarant’anni di attesa, è palpabile nella cittadinanza spezzina una disaffezione alla politica che per oltre quarant’anni ha mancato l’obiettivo del Felettino, per questo ad oggi è necessario grande rispetto nei confronti dei nostri concittadini che meritano un nuovo ospedale ma anche grande chiarezza nella comunicazione di tutti i passi che verranno fatti per la sua realizzazione".

"Con l’annuncio del sottosegretario Costa che ringrazio per il suo lavoro, siamo finalmente a una svolta che se da un lato ha dato il via libera all’appalto, dall’altro ha sciolto anche i dubbi sulla sostenibilità economica e sulla fattibilità del progetto che in questi mesi hanno caratterizzato il dibattito pubblico. Il comune della Spezia sarà massimo facilitatore e importante interlocutore perché il Felettino veda finalmente la luce, e assumerà un ruolo di garante per i cittadini spezzini - conclude Peracchini - perché il cronoprogramma che sarà presentato venga rispettato passo dopo passo".

Un auspicio che si operi con la massima celerità che arriva anche dai sindacati: "Prendiamo atto dello sblocco ministeriale sulla realizzazione del nuovo ospedale, adesso si proceda con celerità - dicono le segreterie di Cgil, Cisl e Uil spezzine - La città e tutto il territorio aspettano da troppo tempo la costruzione del nuovo ospedale, si faccia di tutto affinché il cantiere parta al più presto. Accanto a questo chiediamo, ancor una volta, anche un nuovo piano di assunzioni per tutte le figure sanitarie e che siano fatti investimenti al Sant'Andrea, al San Bartolomeo e sulla sanità territoriale per affrontare al meglio la fase intermedia in vista della costruzione del nuovo Felettino".