Spezia, la conferma del sindaco Peracchini: "La città ospiterà il raduno dei bersaglieri nel 2023"

di Marco Innocenti

"Il Covid non deve impedirci di fare progetti e continuare a pensare al futuro della nostra città: sarà un evento con una forte ricaduta turistica"

Spezia, la conferma del sindaco Peracchini: "La città ospiterà il raduno dei bersaglieri nel 2023"

Il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini ha ricevuto a Palazzo Civico il Presidente Nazionale dei Bersaglieri Generale Ottavio Renzi, il vice Presidente Nazionale dei Bersaglieri Generale Nunzio Paolucci, il Presidente Regionale Bers. Lorenzo Campani e il Presidente Provinciale della Spezia Bers. Maurizio Damerini. L'incontro, definito "molto cordiale e fruttuoso", ha portato alla conferma che la Città della Spezia ospiterà nel 2023 il raduno nazionale dei Bersaglieri.

"Un grande lavoro di concerto, fra l'Associazione dei Bersaglieri del territorio e quella nazionale, affinché La Spezia organizzi il raduno nazionale dei bersaglieri nel 2023 - dichiara in una nota Peracchini - questo grandissimo evento, di portata nazionale, inorgoglisce la nostra Città e sarà un volano prezioso per tutto il tessuto turistico, ricettivo e commerciale del nostro territorio. In tempi pre covid, nelle città ospitanti si avevano dalle 50mila alle 100mila persone: prevediamo quindi che per l'evento, con la speranza certamente di vivere un momento diverso rispetto all'attuale situazione sanitaria, arrivino migliaia di persone. Il Covid, infatti, non deve impedirci di fare progetti e continuare a pensare al futuro della nostra Città: un evento come quello del raduno nazionale dei Bersaglieri avrà un'importante ricaduta economica e turistica per tutta la città".