Serie A, Conte fa suo il derby. Verona a testa alta ma la Juve non perdona

di Marco Innocenti

I nerazzurri centrano 3 legni e battono 2-0 il Milan. I bianconeri vincono 2-1 pur senza entusiasmare

Serie A, Conte fa suo il derby. Verona a testa alta ma la Juve non perdona

Dopo l'antipasto di Serie A di venerdì sera, che ha visto il Genoa cedere il passo al Cagliari, la quarta giornata si apre con la vittoria di misura del Brescia sull'Udinese. A decidere il match un gol al 57' dell'ex rossoblu Romulo che, con un destro rasoterra, regala la seconda vittoria della stagione alle Rondinelle. In serata, il Verona di Juric ha provato invece a spaventare una Juventus ancora in fase di rodaggio.

Allo Stadium, nel giorno del secondo debutto di Gigi Buffon, i gialloblu hanno l'occasione per passare al 20' con Di Carmine che viene steso in area da Demiral ma lo stesso attaccante dell'Hellas dal dischetto spara sul palo il pallone del vantaggio, con Lazovic che sulla ribattuta centra la traversa. Due legni nella stessa azione: sfortuna al top per il Verona. Sugli sviluppi della stessa azione, però, ci pensa Veloso ad aggiustare tutto: sinistro da distanza siderale e palla sotto l'incrocio. Alla mezz'ora però Ramsey pareggia i conti e poi, nella ripresa, è Cristiano Ronaldo, su rigore, a regalare a Sarri il gol vittoria.

Ma la gara più attesa della giornata era senz'altro il derby di Milano. L'Inter non fa sconti e mette le mani sulla stracittadina con un 2-0 che, sicuramente, va stretto ai nerazzurri, capaci di segnare due gol con Brozovis e Lukaku ma anche di colpire la bellezza tre legni con D'Ambrosio, Candreva e Politano. Inter che così torna in testa al campionato.