Sampdoria, l'attacco di Ihattaren: "Abbandonato in albergo e senza stipendio"

di Marco Innocenti

Il fantasista racconta la sua versione del burrascoso rapporto con la maglia blucerchiata e della sua fuga ai media olandesi: "Promesse mai mantenute"

Sampdoria, l'attacco di Ihattaren: "Abbandonato in albergo e senza stipendio"

Duro attacco di Mohamed Ihattaren che, dalle colonne del quotidiano olandese De Telegraaf, racconta la sua versione del burrascoso rapporto con la maglia blucerchiata della Sampdoria. "Mi sentivo completamente abbandonato - ha spiegato il fantasista di proprietà della Juventus, scomparso dai radar blucerchiati per settimane - A diciannove anni stavo seduto in una stanza d’albergo abbandonato a me stesso. Tutti i tipi di accordi non venivano rispettati. Come se non esistessi. Me ne sono andato per questo".

"Non ho ricevuto uno stipendio, ho chiamato il team manager e mi ha detto ‘paghiamo ogni due mesi’. Non è successo. Ho iniziato a irritarmi. Non c’erano prospettive e ho chiamato Raiola. Lui mi ha detto di stare calmo. Dopo che avevo deciso di tornare in Olanda, il mister mi ha chiamato per dirmi che sarei stato titolare la partita dopo. Non avevano mantenuto nessuna promessa e non gli ho creduto. Avevo perso ogni tipo di fiducia. Non sapeva nemmeno fossi mancino".

Ora starebbe per accasarsi all'Utrecht, dove si starebbe già allenando, come testimonia la foto che lo ritrae in compagnia di Gerald Vanenburg, leggenda del calcio olandese e assistente nelle giovanili dell'Ajax.