Sampdoria, a San Siro per rovinare il debutto di Ibrahimovic

di Marco Innocenti

Lo svedese pronto a scendere in campo contro i blucerchiati

Sarà forse solo lo spauracchio di Zlatan Ibrahimovic ma quella di San Siro contro il Milan è per la Sampdoria una partita da non fallire. Lo svedese, accolto a Milanello dall’entusiasmo dei tifosi, è chiamato a prendere per mano la truppa di Stefano Pioli e non è certo tipo da tirarsi indietro. Difficile dire oggi se lunedì contro la Samp potremo già rivederlo in campo, anche perché per sua stessa ammissione ha detto che non tocca un pallone dall’ultima partita giocata negli States, con la maglia dei Los Angeles Galaxy.

“Nessun problema – ha assicurato Ibra – Sono pronto e spero di giocare”. Intanto lui ha scelto il numero 21, su consiglio dei figli, e Pioli sta sicuramente valutando attentamente se giocarsi subito il 21 sulla ruota di San Siro, già dalla sfida di lunedì contro una Sampdoria che, proprio in difesa, potrebbe ritrovarsi con la coperta corta dopo il grave infortunio di Ferrari. Finora, il fenomeno svedese ha segnato già sei volte contro i blucerchiati, anche se mai con indosso la maglia del Milan: 5 gol li ha realizzati con l'Inter, uno con quella della Juventus.

Affrontare un campione di questo calibro potrebbe insomma essere un problema in più per la Samp ma quel che è certo è che l’arrivo dello svedese potrebbe aver ridato entusiasmo ad un ambiente come quello milanista, depresso dopo i 5 schiaffi subiti dall’Atalanta. Ranieri, nelle ultime due trasferte a San Siro, ha sempre vinto, anche se è in svantaggio nei tre precedenti confronti con Stefano Pioli, nei quali conta due pareggi e una sconfitta.