Condividi:


Salone Nautico, il futuro secondo Formenti: "Sarà qualcosa di inimmaginabile"

di Edoardo Cozza

Il vicepresidente di Confindustria Nautica: "Col Waterfront di Levante cambierà tutto volto, stiamo lavorando alla grande"

La 61^ edizione del Salone Nautico di Genova è un grande successo di pubblico: dopo i sold out di sabato e domenica, anche il lunedì - penultimo giorno della manifestazione è andata vicinissima al tutto esaurito. Ad affermarlo Pietro Formenti, vicepresidente di Confindustria Nautica: "È stata un'edizione molto ben organizzata, sulla scia dell'esperienza dello scorso anno quando fummo gli unici a organizzare un'esposizione internazionale nel campo della nautica. Abbiamo avuto ottimi numeri e con la possibilità di controllare chi entra e di garantire sicurezza col green pass abbiamo avuto modo di ampliare le presenze rispetto a un anno fa. Inoltre un altro bel segnale è che gli espositori stanno vendendo agli stranieri, ma anche agli italiani". 

Il Salone Nautico cambierà totalmente volto grazie al Waterfront di Levante: "Dal 2023 - spiega Formenti - entriamo in un futuro oggi inimmaginabile: il Padiglione Blu sarà un'isola collegata a un istmo, ci sarà un bosco urbano, ci sarà un palazzetto che permetterà di ospitare esposizioni e altri esercizi commerciali e poi ancora i parcheggi, sempre merce rara: collaborando con la Regione faremo cose grandi".