Condividi:


Regionali Liguria, Rixi: "Forza Italia non può permettersi di avere il candidato presidente"

di Redazione

Il responsabile della Lega: "Concessione ad Autostrade? Fermi nonostante i disastri"

Botta e risposta tra Giorgio Mulè ed Edoardo Rixi. Il responsabile alle infrastrutture della Lega ha commentato le parole dell'esponente di Forza Italia che ha messo in dubbio la ricandidatura di Toti a esponente del centrodestra alle prossime regionali in Liguria: "Lui dice semplicemente una banalità, ossia che Toti non fa più parte di Forza Italia. Io dico un'altra banalità non credo che oggi Forza Italia possa permettersi di avere il candidato presidente della Regione. Da questo punto di vista credo che verrà riconfermato perchè questa è la logica del buonsenso. Se poi in questo paese non si vuole avere del buonsenso, non mi si chieda di appoggiare chi non puuò avere buonsenso."

Dopo le dichiarazioni del sindaco Bucci come andrà a finire la questione concessione per Autostrade? "Non lo so, qua una cosa è quello che si dice e una cosa è quello che si fa. Noi ci eravamo occupati di una revisione della disciplina delle concessioni che si è fermata a marzo e non è più andata avanti. Quindi siamo fermi lì con il fatto che continuano a succedere disastri sulle autostrade e vorrei ricordare che il problema non è solo Aspi ma come è stato il fatto il sistema delle concessioni. Oggi le autostrade sono una vera e propria miniera d'oro e chi fa investimenti li scarica sulle tariffe degli utenti. Ci sono 15 miliardi di investimenti per le manutenzioni fermi perchè il processo di approvazione dei piani economici finanziari è complicatissimo. Vuol dire che quando inizia un lavoro servono anni per riuscire ad appaltarlo. tutto questo ha portato l'Italia ad avere una condizione delle autosrade rischiosa per l'incolumità pubblica. A mio avviso va rivisto tutta la disciplina. Che Autostrade debba pagare è evidente, però non è che se si revoca la concessione ad Autostrade si risolvono i problemi. Si mettano dei criteri sugli investimenti, si riducano i margini di profitto e si costringa i gestori a investire in manutenzione. Sulla rete autostradale fanno controlli solo i concessionari, mi sembra un paradosso visto quello che è successo in questo paese."