Condividi:


Regionali Liguria, Bagnasco (Forza Italia): "Toti ricandidato? Deciderà Berlusconi"

di Redazione

Giorgio Mulè avverte: "Ai nostri tavoli nulla è mai scontato"

"Forza Italia Liguria porterà a Silvio Berlusconi il nome di Toti come candidato presidente del centrodestra alle elezioni regionali, poi sarà Silvio Berlusconi che deciderà se è Toti o non è Toti". Così il neo coordinatore regionale di Forza Italia e sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco, stamani a Genova per presentare il nuovo assetto del partito ribadisce come non sia ancora scontata la ricandidatura di Giovanni Toti a presidente della Regione Liguria per la coalizione di centrodestra. "Siamo leali, personalmente stimo il governatore Toti, lo ritengo il migliore che ha avuto la nostra Regione - dichiara Bagnasco -. Secondo me è molto difficile che Berlusconi dica di 'no' a Toti, però bisogna ancora metterlo nero su bianco al tavolo di coalizione". "Ai tavoli di coalizione non c'è mai nulla di scontato - interviene il deputato e portavoce dei gruppi di Forza Italia in Parlamento Giorgio Mulé -, la Liguria è una Regione affidata finora a Forza Italia, quindi a quel tavolo ragioneremo qual'è la soluzione migliore". 

Bagnasco ha nominato quattro nuovi commissari provinciali del partito che resteranno in carica fino al periodo elettorale di maggio: Fabio Cenerini alla Spezia, Marco Melgrati a Savona, Simone Biaggioli a Imperia e Mario Mascia a Genova. Il gruppo in Consiglio regionale sarà rappresentato da Claudio Muzio, l'unico a non aver abbandonato il partito dopo la nascita di Cambiamo!. "Vogliamo ricostruire Forza Italia in Liguria partendo dai sindaci e dagli amministratori locali" spiega Bagnasco annunciando che il partito seguirà questa strada anche per la scelta dei candidati al Consiglio regionale. "Berlusconi ha insistito per affidare responsabilità regionali a sindaci dei territori - ricorda Mulé -. Sono i sindaci le prime sentinelle, che ogni giorno in prima linea combattono sul fronte dell' amministrazione".