Condividi:


Ponte Genova San Giorgio, Anas rilascia il certificato di collaudo

di Redazione

Arriva l'ok, controllata anche la qualità dei materiali utilizzati. Manca solo la verifica di agibilità rilasciata nei prossimi giorni

Esito positivo per il collaudo statico del nuovo Ponte Genova San Giorgio. Anas (Gruppo Fs Italiane), dopo aver analizzato i risultati delle prove di carico effettuate sulla struttura, ha rilasciato il certificato di collaudo. Ad agosto del 2019 – si ricorda – Anas ha ricevuto l’incarico dal Commissario straordinario per la ricostruzione, Marco Bucci, di occuparsi sia del collaudo statico sia di quello tecnico-amministrativo del nuovo Ponte di Genova. Le operazioni di collaudo statico sono state affidate ad Anas che ha messo in campo un team di suoi tecnici guidati dall’ingegnere Achille Devitofranceschi.

Nell’esercizio delle sue funzioni, l’ingegner Devitofranceschi è stato supportato da un team di 20 ingegneri Anas e, con particolare riferimento all’impalcato metallico, dall’Organismo di Ispezione Anas accreditato. Il collaudo statico ha previsto, in una fase iniziale, anche il controllo della qualità dei materiali utilizzati, la certificazione della loro idoneità e soprattutto le opportune verifiche di corrispondenza con quanto previsto dal progetto esecutivo. Per la verifica dei calcoli statici il collaudatore statico si è avvalso dei tecnici del Coordinamento Progettazione della Direzione Generale di Anas.

Anas si sta occupando anche della verifica di agibilità del Ponte, propedeutica all'apertura al traffico. Le operazioni relative a quest'ultimo e decisivo step sono coordinate dall'Ing. Marcello De Marco, responsabile del Centro sperimentale Anas di Cesano. La verifica di agibilità, una volta ottenute tutte le dichiarazioni di conformità, e a esito positivo dei due collaudi, statico e tecnico amministrativo, sarà rilasciata nei prossimi giorni in vista dell'apertura al traffico.