Tags:

piaggio aero Savona Vanzano apa

Piaggio Areo, il Commissario Nicastro incontra i sindacati a Savona

di Redazione

Venzano (Fim Cisl Liguria) : “Lavoro per azienda fino a 2024 ,ma ora serve stabilità e futuro: temiamo slittamenti per la crisi del Governo”. Apa (Uilm Liguria) : “Piaggio Aero, una ventata di chiarezza”

Piaggio Areo, il Commissario Nicastro incontra i sindacati a Savona

Oggi a Confindustria Savona il Commissario Straordinario di Piaggio Aero Vincenzo Nicastro ha incontrato i sindacati.

“Bene le parole del Commissario Nicastro su prospettive di Piaggio Aero con lavoro garantito almeno fino a 2024 e nuovi ordini a breve- spiega in una nota Christian Venzano segretario generale FIM Cisl Liguria- E’ una realtà che il mondo ci invidia, sta ottenendo risultati importanti dal mercato nonostante sia in amministrazione straordinaria e ci sono prospettive significative: nessuno pensi di svendere questo gioiello, il Governo se lo ricordi perché chi dovesse entrare come nuovo proprietario dovrà mettere sul piatto anche un piano industriale fatto di investimenti, non di promesse. Di certo, questo nuovo scenario politico ci potrebbe portare all’ennesimo rinvio: il dossier Piaggio Aero rischia di slittare ulteriormente  e questo non va bene. Nel caso il Governo si prenda la responsabilità di mettere risorse nell’azienda per gli investimenti necessari. Di certo il sindacato dovrà essere protagonista nella fase della vendita”.

"L’avv. Nicastro nell’incontro odierno è stato avaro di informazioni con le Organizzazioni Sindacali per motivi di privacy rispetto alla vendita della Piaggio-  ha dichiarato Antonio Apa, Coordinatore Uilm Liguria-  La cosa che abbiamo percepito è che ci troviamo di fronte ad una svolta decisiva. Infatti l’auspicio è che prima delle ferie di agosto il Mise scelga in modo favorevole a chi affidare la Piaggio. Ci è stato comunicato che nei prossimi giorni si concluderà il contratto dei simulatori da 31 milioni di euro. Noi ci eravamo battuti perché anche il P1HH potesse essere incluso nella cessione ma questo non è rientrato nella valutazione finale, anche se i futuri acquirenti della Piaggio sono informati sugli impegni che dovranno mantenere acquisendola. In questo contesto la Uilm ha ribadito che va salvaguardato il perimetro complessivo aziendale e occupazionale, anche perché allo stato la Piaggio si presenta con un carico di lavoro notevole, con una buona liquidità e il richiamo all’occupazione è dovuto sostanzialmente a questi fattori. . E’ ovvio che tutto questo iter passa attraverso la negoziazione con i nuovi acquirenti, la Uilm è dell’avviso che esistono tutte le condizioni per il rilancio della società. Ci adopereremo in questa direzione perché la Piaggio ha un marchio che può spendersi tranquillamente sul mercato e sarà decisivo anche il nostro contributo per ottenere attraverso il PNRR risorse finalizzate a ricerca e sviluppo".