Peste suina, 39 i casi tra Liguria e Piemente: 19 nella nostra regione

di Giorgia Fabiocchi

I Comuni con il numero più alti di casi sono Arquata Scrivia, Mignanego, Isola del Cantone e Rossiglione, tutti con quattro casi ciascuno

Peste suina, 39 i casi tra Liguria e Piemente: 19 nella nostra regione

Sono 39 i casi di peste suina tra Liguria e Piemonte riscontrati tra il 27 dicembre e il 14 febbraio, fino alla giornata di ieri, lunedì 14 febbraio ndr, erano 36. Lo si legge nel report dell'Istituto zooprofilattico sperimentale di Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta. Sono 20 i ritrovamenti in Piemonte e 19 in Liguria, due positività sono state rilevate ad Arquata Scrivia, una a Montaldeo, tutti comuni in provincia di Alessandria. I Comuni con il numero più alti di casi sono Arquata Scrivia, Mignanego, Isola del Cantone e Rossiglione, tutti con quattro casi ciascuno. A seguire Campo Ligure, Lerma e Voltaggio, con tre positivi ciascuno.

I 39 cinghiali morti di peste suina africana sono stati trovati nel territorio di 18 Comuni diversi, 11 in Piemonte e 7 in Liguria, ma tutti all'interno dell'area infetta, che comprende complessivamente 114 Comuni, 78 piemontesi (tutti in provincia di Alessandria), 36 liguri (Genova e Savona). Il primo caso alla fine di dicembre a Ovada (Alessandria), gli ultimi tre - comunicati oggi dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte Liguria e Valle d'Aosta nella stessa provincia -, ad Arquata Scrivia e Montaldeo. Tutte le carcasse di cinghiali con il virus della peste suina africana sono stati trovati nella parte centrale della zona rossa, lungo la direttrice delle autostrade A26 e A7, il più a sud nel territorio di Genova.