Tags:

genoa parma scamacca ballardini

Pellé spaventa il Genoa poi Ballardini pesca il jolly-Scamacca: al Tardini finisce 1-2

di Marco Innocenti

Serata da incorniciare per il Grifone che trova tre punti d'oro in chiave salvezza

Pellé spaventa il Genoa poi Ballardini  pesca il jolly-Scamacca: al Tardini finisce 1-2

Una vittoria che al Genoa serviva come il pane, quella raccolta in casa di un Parma che, almeno nel primo tempo, sembrava averne di più. E il goal messo a segno da Graziano Pellé, su una mezza dormita della difesa rossoblu, ne era solo la naturale conseguenza. Davanti Destro e Shomurodov non paiono proprio in serata e il centrocampo fatica a rifornire adeguatamente le punte.

Nell'intervallo, però, ci pensa ancora una volta Davide Ballardini. Il tecnico rimescola le carte, toglie l'uzbeko e si gioca il tutto per tutto, mandando in campo anche Pjaca e Scamacca, accanto a Destro. L'idea è subito vincente perché proprio Scamacca si fa trovare pronto alla deviazione sotto misura che vale il pareggio per il Genoa. Il Parma però non ci sta e continua ad attaccare ma è questa è la serata di Scamacca. Il giovane attaccante scambia benissimo con Pjaca, si accentra e poi lascia partire un destro preciso che Sepe può solo accompagnare in fondo al sacco.

Tre punti che portano il Grifone a quota 31 punti  ma che, soprattutto, restituiscono a Ballardini un attaccante che, dopo un grande inizio, sembrava essersi un po' perso, finendo ai margini del reparto offensivo rossoblu. Adesso, anche per Scamacca, potrebbe iniziare tutto un altro campionato.