Genova, Msc Grandiosa attracca con 150 passeggeri positivi a bordo: "Moltissimi asintomatici"

di Marco Innocenti

Gli italiani sono stati riportati a casa a bordo di mezzi protetti e a spese delle società armatrice. Gli stranieri saranno collocati in una rsa genovese

Genova, Msc Grandiosa attracca con 150 passeggeri positivi a bordo: "Moltissimi asintomatici"

Circa 150 passeggeri della nave da crociera Msc Grandiosa arrivata stamani alle 8 in porto a Genova proveniente da Marsiglia sono risultati positivi ai tamponi effettuati a bordo prima dello sbarco. I passeggeri, in maggioranza italiani, sono stati isolati nelle rispettive cabine in attesa dell'Intervento di sanità marittima (Usmaf), società armatrice, Capitaneria di porto e Protezione civile regionale.

Secondo quanto appreso, è stato avviato l'iter per il rientro a domicilio dei passeggeri italiani risultati positivi, rientro che avverrà su mezzi protetti a carico della società armatrice. I primi mille passeggeri, fra i quali anche una quarantina di positivi, è stato fatto sbarcare a Genova. Gli altri proseguiranno (in isolamento) il loro viaggio e sbarcheranno nei porti di Civitavecchia e Palermo. Gli stranieri saranno collocati in una rsa a Genova. Se i posti nella struttura territoriale genovese dovessero esaurirsi, i rimanenti turisti stranieri positivi verranno accolti, secondo quanto appreso, in una rsa in Piemonte. La nave da crociera, che doveva ripartire per Civitavecchia alle 17, non potrà lasciare Genova prima di una completa sanificazione. Il personale di Protezione civile, con il coordinamento di Usmaf e in collaborazione con Prefettura, Capitaneria di Porto e autorità sanitarie, "è stato attivato per consentire, nella giornata di oggi, i trasferimenti protetti e in sicurezza dei passeggeri positivi che risiedono nel Nord Italia verso il loro domicilio, dove potranno effettuare la quarantena previste dalle disposizioni nazionali vigenti.

Tra i positivi a bordo - si legge nella nota - anche alcuni passeggeri stranieri che oggi verranno trasferiti in strutture a bassissima intensità di cura in Liguria o anche fuori regione, dove trascorrere il periodo necessario fino alla negativizzazione dei tamponi, in modo da poter far rientro nei Paesi d'origine. Effettuate queste operazioni, la nave proseguirà il viaggio verso il porto di Civitavecchia dove, con medesime modalità, si procederà allo sbarco dei passeggeri positivi residenti nel Centro e Sud Italia e al loro trasferimento protetto e sicuro verso le loro abitazioni per la quarantena. Tutti i trasferimenti - conclude la nota - e anche le degenze nelle strutture Covid per i passeggeri stranieri sono a carico di Msc Crociere".

Aggiornamento ore 17.40:

La maggior parte dei crocieristi imbarcati su Msc Grandiosa, attraccata stamani alle 8 nel porto di Genova, e trovati positivi al Covid "è asintomatica". Lo si legge in una nota della società armatrice. "Dando attuazione alle rigorose misure previste dal Protocollo di sicurezza e salute di Msc Crociere, i passeggeri positivi e i loro contatti stretti sono stati immediatamente isolati in cabine con balcone e assistiti dal punto di vista sanitario. L'identificazione di alcuni casi isolati - prosegue la nota - dimostra, ancora una volta, la validità del "Protocollo di sicurezza e salute" di MSC Crociere, a efficace tutela di tutti i passeggeri, dell'equipaggio e dei territori visitati dalle nostre navi. Esso prevede, tra le numerose misure, la vaccinazione di tutti i passeggeri e dell'intero equipaggio, che viene inoltre regolarmente testato ogni due giorni, mentre i crocieristi sono sottoposti al tampone a inizio, a metà e a fine crociera. Sulla nave vige poi il distanziamento fisico, oltre all'obbligo di indossare la mascherina e alla sanificazione continua degli ambienti e delle superfici di contatto. Msc - ricorda la società armatrice - ha trasportato in sicurezza oltre un milione di passeggeri dalla ripartenza delle crociere (agosto 2020) a oggi. A bordo vengono applicati, infatti, protocolli di sicurezza che non trovano riscontro in nessun altro settore del turismo e dell'ospitalità, permettendo così di individuare casi di persone positive che a terra non sarebbero probabilmente mai stati identificati e che rappresentano, in ogni caso, una percentuale
nettamente inferiore rispetto ai casi di contagio sviluppati a terra. La nave - conclude la nota - ripartirà regolarmente questa sera da Genova per proseguire il suo itinerari settimanale".