Liguria in zona gialla, Toti: "Non dovrebbe accadere, almeno nelle prossime due settimane"

di Marco Innocenti

"Lo scorso anno, con lo stesso numero di contagi giornalieri, avevamo decine di nuovi ospedalizzati ogni giorno: questo è il dato significativo"

Liguria in zona gialla, Toti: "Non dovrebbe accadere, almeno nelle prossime due settimane"

"Il passaggio in zona gialla non cambia nulla per i cittadini visto che l'ultimo decreto non prevede più l'arrivo di misure limitative per i vaccinati con seconda e terza dose". Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti sull'ipotesi che la regione possa passare in zona gialla nella prossima settimana o, comunque, prima del Natale.

"E' un metro di misura che ancora utilizziamo - ha aggiunto - ma penso che la prossima settimana e anche quella successiva la Liguria non dovrebbe finire in zona gialla. Certo, se non s'invertirà il trend di 500-700 contagi nuovi al giorno è ovvio che in zona gialla ci finirà tutta l'Italia, compresa la Liguria. Ma non cambierebbe granché visto che l'obbligo di mascherine anche all'aperto è già stato istituito da molti sindaci del territorio. Da questo punto di vista mi preoccupa relativamente".

"Quello su cui vorrei si puntasse l'attenzione è che a fronte di 700 contagiati, l'aumento di pazienti negli ospedali è molto esiguo. Lo scorso anno, a fronte di un numero analogo di contagi giornalieri, i ricoverati ogni giorno erano diverse decine in più. Se andiamo avanti con una campagna vaccinale così imponente, come nelle ultime giornate, credo che arriveremo al picco di questa quarta ondata con danni tutto sommato contenuti".