Liguria, cresce la raccolta differenziata degli imballaggi

di Redazione

Nel 2020 è stato registrato un incremento del 6% in Liguria della raccolta degli imballaggi: i conferimenti a Conai sono stati di 171.185 tonnellate

Liguria, cresce la raccolta differenziata degli imballaggi

Nel 2020 è stato registrato un incremento del 6% in Liguria della raccolta degli imballaggi: i conferimenti a Conai (Consorzio nazionale imballaggi) sono stati di 171.185 tonnellate. Una quantità di rifiuti che, messa nei cassonetti, potrebbe coprire per più di sei volte la tratta autostradale Genova-Stoccarda. Nel 2019 erano state 161.353 le tonnellate di rifiuti di imballaggio. Lo rende noto Conai nel disegnare un bilancio e un consuntivo delle performance sostenibili delle Regioni italiane nella raccolta degli imballaggi. Per coprire i maggiori oneri della raccolta differenziata nel 2019 Conai ha trasferito ai Comuni della Liguria oltre 17 milioni e 350mila euro. Nel 2020 la cifra è stimata in crescita: 17 milioni e 624mila euro.

"Conai è responsabile del raggiungimento degli obiettivi imposti dall'Europa per il recupero e riciclo dei rifiuti di imballaggio - spiega Luca Piatto, responsabile rapporti con il Territorio di Conai -. E in Liguria i conferimenti di questa tipologia di rifiuti hanno continuato a crescere. Assistiamo a un miglioramento costante, anche se nel 2020 è stato più modesto rispetto al 2019. Occorre rilevare che la regione continua a risentire di una forte disomogeneità nelle sue performance regionali: molte realtà mettono a segno buoni risultati, altre hanno ancora difficoltà. Penso soprattutto a Genova, la cui complessità territoriale ne fa una fra città italiane in cui è più difficile raggiungere alti livelli di efficienza in termini di raccolta differenziata".