Condividi:


Liguria, Cavo: "Non è previsto uno screening a tappeto con tamponi nelle scuole"

di Alessandro Bacci

L'assessore chiarisce: "Lo screening dell'intera popolazione scolastica con i tamponi rapidi è previsto in condizioni di particolare 'allarme'"

"In questo momento non è previsto uno screening a tappeto con i tamponi rapidi nelle scuole liguri". Lo afferma l'assessore regionale alla Formazione Ilaria Cavo rispondendo a un'interrogazione in Consiglio regionale presentata dal capogruppo Luca Garibaldi (Pd-Articolo Uno). "Il sistema di monitoraggio nella nostra Regione si basa sul recepimento delle indicazioni ministeriali. - ricorda Cavo -Lo screening dell'intera popolazione scolastica con i tamponi rapidi è previsto in condizioni di particolare 'allarme', che oggi sulla base dei dati settimanali non sussiste, laddove si determinassero situazioni di allarme la Asl competente provvederà all'esecuzione dei test necessari".

Il gruppo Pd-Articolo Uno invita la Giunta Toti a valutare l'offerta dei tamponi rapidi gratuiti attraverso le farmacie agli studenti e agli insegnanti liguri. "Se non c'è la capacità organizzativa di costruire uno screening crediamo sia necessario almeno dare la possibilità di fare un tampone rapido gratuito a studenti, insegnanti e personale scolastico, ogni 15 giorni o un mese: una garanzia ulteriore rispetto al tema del contagio, che prosegue", motivano i consiglieri.