La Spezia, nuova ordinanza sulla movida: "Divieto di vendita alcolici dopo le 21, chiusura dei locali all'1"

di Redazione

La decisione del comune per far fronte all'emergenza coronavirus

La Spezia, nuova ordinanza sulla movida: "Divieto di vendita alcolici dopo le 21, chiusura dei locali all'1"

Il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini ha firmato un'ordinanza per limitare nell'ambito dell'emergenza covid-19 la 'movida' in città nei fine settimana fissando dei limiti all'apertura dei locali e alla vendita di alcolici. La decisione arriva dopo alcuni "gravi episodi di vandalismo, di eccessivo assembramento, di uso scorretto delle mascherine nelle ore serali e notturne del week end; il tutto aggravato da un consumo eccessivo di alcol - segnala il comune in una nota -.

Comportamenti che potrebbero vanificare gli sforzi compiuti fino ad oggi e che mettono a serio rischio la salute e l'incolumità dei molti cittadini che invece sono rispettosi delle regole". Da sabato 6 giugno e per tutta la durata dell'emergenza epidemiologica da covid-19, nel territorio comunale delimitato da via Aldo Ferrari, via Fiume, piazza Saint Bon , via XX Settembre, galleria Spallanzani, via Crispi, Viale Italia, passeggiata Morin , viale Amendola nelle sere di venerdì e sabato sarà vietata la vendita per asporto di bevande alcoliche dalle 21. Alla stessa ora chiuderanno tutti gli esercizi di vicinato, medie e grandi strutture di vendita alimentari. All'1 poi chiuderanno tutti gli esercizi commerciali, anche con distributori automatici, gli esercizi artigianali, i pubblici esercizi e circoli privati abilitati alla vendita e somministrazione di alimenti e bevande.