La Spezia, il Ministro della difesa Guerini: "Sì alla competizione con player globali, ma senza rinunciare agli asset nazionali"

di Redazione

"L'Italia vuole essere protagonista di un salto tecnologico, ma ogni scelta sarà subordinata a questo principio"

La Spezia, il Ministro della difesa Guerini: "Sì alla competizione con player globali, ma senza rinunciare agli asset nazionali"

"Il percorso di una Difesa europea deve migliorare la performance a livello comunitario per metterci in condizione di competere con player globali, ma senza rinunciare alla nostra dimensione strategica nazionale. L'Italia vuole essere protagonista di un salto tecnologico, ma ogni scelta sarà subordinata a questo principio". Lo ha detto il ministro della Difesa Lorenzo Guerini intervenendo ad un appuntamento elettorale organizzato a sostegno della candidatura di Piera Sommovigo a sindaca della Spezia.

Nella città ligure, ha sottolineato il ministro, "c'è un tessuto produttivo significativo con Leonardo, Mbda e Fincantieri". L'ex Oto Melara è da tempo finita nelle mire dei tedeschi di Rheinmetall e del consorzio europeo Knds.

In merito alla presenza dell'arsenale della Marina Militare, da anni sottoutilizzato rispetto agli spazi che occupa, la candidata di centrosinistra ha chiesto di poter aprire un confronto con il governo. "Abbiamo la necessità di razionalizzare e ripensare la destinazione di alcune aree all'interno dell'arsenale ragionando su come utilizzarle per altre destinazioni", afferma Sommovigo.

"Il mio impegno è sempre stato nel realizzare un contesto armonico nelle città in cui abbiamo una presenza. C'è l'assoluta disponibilità a qualsiasi tipo di confronto, nel rispetto delle reciproche esigenze", sottolinea Guerini.