La Spezia, anche quest'anno la collina di Manarola si illumina con il tradizionale presepe

di Marco Garibaldi

Per il presepe sono stati usati (circa) 8 km di cavi elettrici, 17000 lampadine, più di 300 figurini a grandezza naturale, (fatti da materiali inutilizzati o riciclati)

La Spezia, anche quest'anno la collina di Manarola si illumina con il tradizionale presepe

Come da tradizione il presepe di Manarola si è illuminato ieri, nel giorno dell'Immacolata.

Si sono celebrati così i 60 anni di una tradizione che ogni anno attira turisti da ogni angolo della Liguria e non solo. 

Il Presepe è stato ideato e costruito da signor Mario Andreoli, prima lavorava nelle ferrovie italiane, adesso in pensione. Dal 1976 dedicava la sua vita alla realizzazione di un'opera unica nel suo genere e dopo 30 anni è stato in grado di coprire tutta la collina. Nel 2007 il più grande Presepe è stato inaugurato è subito inserito nel Guinness dei primati.

Per Presepe sono stati usati (circa) 8 km di cavi elettrici, 17000 lampadine, più di 300 figurini a grandezza naturale, (fatti da materiali inutilizzati o riciclati). Nel 2008 il Presepe è diventato anche ecologico, un impianto fotovoltaico è stato costruito apposto per questo.

Scrivono gli organizzatori:

"Ringraziamo tutti quelli che hanno partecipato a questa giornata della prima accensione del presepe 2021: il sindaco di Riomaggiore Fabrizia Pecunia, il Direttore del Parco Nazionale 5 Terre Patrizio Scarpellini, il Comune Di Riomaggiore, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - CNSAS, il Cai La Spezia, il comando del Corpo Carabinieri di Riomaggiore, i Vigili Urbani di Riomaggiore, il nostro speaker Luciano De Batté e, soprattutto, tutti i volontari della nostra associazione per il lavoro di allestimento del presepe! Sessantesima edizione che si è svolta, ancora una volta, in un periodo molto difficile, ma che speriamo abbia portato un po’ di serenità e una speranza di passare le feste in tranquillità".