Il coro su Ponte Morandi diventa un giallo: nessuno l'avrebbe sentito

di Marco Innocenti

Il giudice sportivo non ha emesso sanzioni

Il coro su Ponte Morandi diventa un giallo: nessuno l'avrebbe sentito

Dopo giorni di polemiche sul coro dei tifosi milanisti immeggiante al crollo di Ponte Morandi, a scrivere la parola fine sulla vicenda (almeno dal punto di vista ufficiale) è il giudice sportivo che non ha emesso alcuna sanzione nei confronti del Milan e della sua tifoseria. I cori incriminati, insomma, non sarebbero stati messi a referto da chi di dovere. Quindi dobbiamo pensare che non siano stati uditi.

Eppure, stando alle testimonianze di alcuni tifosi blucerchiati presenti allo stadio San Siro, il coro "Avete il ponte crollato" si sarebbe alzato dal settore del secondo anello verde. Immediate le prese di posizione, anche da parte dei parenti delle 43 vittime: "Queste persone hanno della segatura al posto del cervello - hanno scritto - ma devono essere fermati e qualcuno ha il potere di farlo. Chiediamo alla Figc ed a tutti coloro che possono farlo, un intervento forte e determinato. Dimostriamo che siamo un paese degno della nostra storia antica, tanti dei nostri avi illustri si stanno rivoltando nella tomba ed anche i nostri 43 cari".

Sulla vicenda, è intervenuto anche il sindaco di Genova Marco Bucci: "Un coro che tocca in profondità il dolore di chi quel giorno ha perso figli, fratelli, familiari e amici - ha scritto Bucci su Facebook - Un coro che apre ferite pesanti. Un coro indegno che non rispecchia l'animo con cui milioni di italiani hanno vissuto quel momento. Gli sfottò tra curve calcistiche deve rispettare il canone della dignità che, in questo caso, è stato ampiamente superato. Mi auguro che chi di dovere possa prendere le dovute misure per condannare certi atteggiamenti e che episodi di questo tipo non si ripetano mai più".

Dal giudice sportivo però non è arrivata la risposta che tutti si attendevano ed anzi da qualche parte si comincia anche a dubitare che quel coro indegno sia stato effettivamente cantato dagli ultras rossoneri. A dar voce a questa tesi è anche il noto giornalista (di fede milanista) Mauro Suma che su Twitter scrive: "Nessun fondamento [...]. L'unica cosa che storicamente ha fatto la curva rosonera sulla tragedia del ponte Morandi è stata solidarizzare. Questa è la pura e semplice verità".