Condividi:


I collegamenti Messina-Reggio sono servizio di continuità: lo dice il Mit

di Redazione

Il Ministero ha avviato un'istruttoria per assegnare una sovvenzione marittima

 Il MIT ha effettuato un‘istruttoria diretta a valutare le ragioni di interesse pubblico volte ad assicurare il servizio di continuità territoriale fra le città di Reggio Calabria e di Messina, come diritto riconosciuto ai cittadini residenti su entrambe le sponde dello Stretto di Messina.

A tal fine, in conformità con quanto disposto dalla Delibera dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti n. 22 del 13.03.2019, Misura 2, definite le esigenze di servizio pubblico, è necessario procedere ad una apposita consultazione finalizzata alla verifica del mercato, mettendo a disposizione degli operatori gli esiti delle analisi previste dalla citata Delibera.

In caso di impossibilità di coprire per intero l’esigenza di fornitura del servizio alle condizioni di cui ai menzionati parr. 4-5, in assenza di compensazione, è previsto dal par. 6 di richiedere contestualmente agli armatori interessati la disponibilità a soddisfare anche solo una parte delle esigenze di servizio pubblico relative al collegamento marittimo fra le Città di Messina e Reggio  Calabria, con obblighi di servizio pubblico orizzontali, applicabili anche in regime autorizzativo.

Le manifestazioni di interesse saranno raccolte in apposito elenco denominato “Elenco degli armatori” tenuto dalla Direzione generale per la vigilanza sulle autorità portuali, le infrastrutture portuali ed il trasporto marittimo e per vie d’acqua interne che potrà essere utilizzato al fine di avviare l’eventuale procedura per l’attivazione di servizi marittimi in regime di autorizzazione a fronte dell’imposizione di obblighi di servizio pubblico di natura orizzontale.

Il MIT pubblica l’avviso, la relazione per la verifica di mercato e l’allegato questionario, valido sino al 23 settembre.