Condividi:


Genova: positivi cinque detenuti e sei poliziotti nelle carceri

di Redazione

La Uil degli agenti penitenziari chiede il "coprifuoco" negli istituti di Marassi e di Pontedecimo

Quattro detenuti e tre poliziotti penitenziari sono risultati  positivi  al Covid nel carcere  di  Pontedecimo e un detenuto e tre poliziotti nell'istituto di pena di Marassi. 

La notizia è diffusa da Fabio Pagani , segretario regionale della Uil polizia penitenziaria che spiega: "Dobbiamo evitare, a  questo che nelle carceri si rischi espansione del contagio e per questo dobbiamo proclamare un "coprifuoco" per evitare qualsiasi  forma di colloqui e l'ingresso di familiari e avvocati e attivare tutte le  procedure  a distanza anche per udienze in Tribunale".

"Un detenuto di Marassi - ipotizza Pagani - risulta essere stato contagiato  dal suo avvocato in udienza in  tribunale  nei  giorni  scorsi" garantisce Pagani che aggiunge: "A Marassi ci sono ben 700 i detenuti e circa 300 poliziotti: ci appelliamo all'amministrazione penitenziaria, al capo del Dap Petralia  e al presidente della Regione Liguria Toti che ha mantenuto  la delega dell'assessorato alla Sanità affinché si adoperi anche per ulteriori misure che riteniamoindispensabili come un' immediata  tamponatura  generale nelle carcerei. Assurdo poi che a Marassi si organizzano ancora spettacoli teatrali addirittura aperti  al pubblico come quelli previsti nel  prossimo weekend, una follia  allo  stato  puro” .