Genova, in prefettura presidio per i migranti in attesa di soccorsi a Lampedusa

di Edoardo Cozza

In largo Lanfranco lo striscione dell'associazione "Veglie contro le morti in mare": 75 persone attendono aiuto al largo dell'isola siciliana

Genova, in prefettura presidio per i migranti in attesa di soccorsi a Lampedusa

È un presidio permanente, a staffetta, che andrà avanti finché non rientra l'allarme quello organizzato in tutta Italia - e anche a Genova - dall'associazione "Veglie contro le morti in mare". Un gruppo di persone, nel capoluogo genovese, si è riunito in largo Lanfranco, davanti alla sede della prefettura, per chiedere di andare in soccorso dei 75 migranti che da un giorno attendono di essere aiutati a largo della costa di Lampedusa. 

L'imbarcazione sulla quale si trovano queste persone si muove lentamente e sta fronteggiando forti raffiche di vento, che non permettono l'avvicinamento all'isola, distante ancora 50 miglia: le autorità tardano nell'andare in aiuto ed ecco, dunque, la nascita di questo presidio permanente con tanto di striscione e di slogan per i social: "Dovere di Soccorso, non lasciamoli annegare".