Genova, il questore Ciarambino: "Maltrattamenti in famiglia aumentati a causa della quarantena"

di Michele Varì

"La forzata convivenza ha acuito i malesseri fra coppie e conviventi"


È il reato di maltrattamenti in famiglia la nuova emergenza post covid19 a Genova: trapela dalle statistiche degli interventi svolti dalla polizia. 


A svelarlo a Telenord è il questore di Genova Vincenzo Ciarambino che sottolinea come la forzata convivenza fra le mure domestiche ha acuito molto malesseri fra le coppie e all'interno dei nuclei di conviventi.

Al proposito da rimarcare il fatto di sangue avvenuto ad aprile a Marassi dove una donna ha fatto a pezzi il cadavere della mamma con cui litigava proprio a causa della lunga convivenza.


Il questore ribadisce che l'emergenza del centro storico è legata allo spaccio e accoglie con grande disponibilità la nuova collaborazione nei vicoli con carabinieri e polizia locale, "con cui abbiamo da sempre un buon rapporto"