Genova Global Goals Award: premiate le realtà impegnate a rendere la città più green

di Tiziana Cairati

L'idea si ispira ai 17 Global Goals per lo sviluppo sostenibile, istituiti nel 2015 dall'ONU per creare un mondo migliore entro il 2030

Genova Global Goals Award: premiate le realtà impegnate a rendere la città più green

Si è svolta questa mattina all'interno di Euroflora la prima edizione del Genova Global Goals Award, il premio messo in campo dal Comune di Genova per gratificare le realtà impegnate a rendere Genova sempre più smart, green e sostenibile. L'idea si ispira ai 17 Global Goals per lo sviluppo sostenibile, istituiti nel 2015 dalle Nazioni Unite per creare un mondo migliore entro il 2030, e verso i quali la città vuole confermare il suo impegno.

I 17 Global Goals sono stati raggruppati in cinque challenge definiti dalle '5P' dello sviluppo sostenibile: Persone, Pianeta, Prosperità, Pace, Partnership e in 2 categorie: Achievement, per i risultati già ottenuti e Project per le idee ancora da realizzare.

La giuria, composta da rappresentanti delle imprese, della cultura, della ricerca e delle istituzioni (Marco Beltrami, presidente Amt, Maurizio Caviglia segretario Generale Camera di Commercio, Federico Delfino rettore Università di Genova, Guido Fiorato direttore Accademia Ligustica di Belle Arti, assessore allo Sviluppo Economico e al Marketing dell'Economia, Lucia Cristina Tringali, Autorità di Sistema Portuale, Alfredo Viglienzoni, vicepresidente esecutivo associazione Genova Smart City) ha scelto 20 finalisti tra i 55 candidati.

Per la categoria Achievement hanno vinto i progetti Justep di 2C S.r.l. (Persone), BeeU di Happily Srl (Pianeta), La mobilità elettrica sull'acqua accessibile a tutti di Barche elettriche S.r.l. (Prosperità), Bridging Italy, the Afro Community and Subsaharian Africa, starting from Senegal di NoOx Worlwide S.r.l (Pace) e Urban delivery di Ub-ex (Partnership).

Per la categoria Projects hanno vinto i progetti A scuola in sicurezza di comitato genitori I.C. Quarto (Persone), 3DDredger di Mecplex Rete d'Impresa (Pianeta), ReACT Wiki-Logi + ReACT Processes di ReLOG3P S.r.l. (Prosperità), Outdor Education - Il giardino della lettura di comitato genitori I.C. Quarto (Pace) e Research Footprint for sustainability di Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia (Partnership).

I contendenti si sono sfidati in uno speed de(ba)te, con 60 secondi a disposizione di ciascuno per convincere il pubblico a scegliere la propria proposta. I vincitori dovranno poi individuare un bene comune da ripristinare, per esempio potranno riparare una panchina, verniciare un'aula, piantare un albero.