Genova, depositi chimici a Sampierdarena: domani l'Autorità Portuale dovrà esprimersi

di Edoardo Cozza

Dal Municipio Centro-Ovest si organizza l'attività di presidio in vista della riunione decisiva in autorità portuale: l'annuncio del presidente Colnaghi

Genova, depositi chimici a Sampierdarena: domani l'Autorità Portuale dovrà esprimersi
Giovedì 30 dicembre: è la data cerchiata di rosso sui calendari di tante persone a Genova, di sicuro su quelli di chi è interessato dallo spostamento dei depositi chimici da Multedo. Domani, infatti, è in programma il comitato di gestione dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale che dovrà decidere se dare l'assenso o meno all'ipotesi prospettata dal Comune, ovvero la zona del porto all'altezza di Ponte Somalia, a Sampierdarena.
 
Un'ipotesi che trova il forte disaccordo della cittadinanza del municipio centro-ovest, che ha già manifestato la propria contrarietà in un'accesa assemblea pubblica con tanto di veementi contestazioni al sindaco Bucci. E la protesta non si ferma, come annunciato dal presidente del municipio II Michele Colnaghi: "Domani saremo presenti a partire dalle ore 14.00 per sensibilizzare tramite volantinaggio coloro che si recheranno a decidere del nostro futuro e di quello dei nostri figli. Tramite le osservazioni presentate ufficialmente e sottoscritte da molti di voi, abbiamo sottolineato i motivi per cui secondo i legali e gli esperti non è fattibile questo tipo di insediamento sul nostro territorio finanziato con 30 milioni delle nostre tasse dal sindaco Bucci e dal centrodestra. Sono certo che gli organi preposti a far rispettare le regole porranno un freno a questa follia. Se qualcuno volesse unirsi a noi sarà il benvenuto".