Genoa, buon punto in casa del Sassuolo: diamante di Destro, risponde Berardi

di Edoardo Cozza

Gol spettacolare del centravanti rossoblù, poi la squadra di Shevchenko subisce il pari nella ripresa. Secondo tempo meno brillante ma un pareggio che pesa

Genoa, buon punto in casa del Sassuolo: diamante di Destro, risponde Berardi

La buona notizia è il pareggio che muove la classifica. Per il Genoa c'è un punto rinfrancante strappato sul campo del Sassuolo con un 1-1 firmato da Destro e Berardi. L'atteggiamento troppo passivo, però, è costato caro alla squadra di Shevchenko: troppo poco in fase offensiva e troppo tempo a veder gli avversari palleggiare.

Partenza sprint dei rossoblù: Ekuban cicca un buon pallone, ma nell'azione successiva confeziona l'assist per Destro che finalizza il tutto con un magistrale colpo di tacco. 

Il resto del primo tempo ha un canovaccio costante: palla al Sassuolo (possesso intorno all'80 per cento), ma risultato che non si sblocca. Sui taccuini un paio di tiri di Berardi, comodamente bloccati da Sirigu, e, per gli ospiti, una bella conclusione di Portanova dai 30 metri, con palla non lontana dallo specchio della porta. 

A inizio ripresa, però, il Sassuolo non è più sterile, ma pungente: prima una doppia chance per Defrel, che calcia prima su Sirigu e poi sull'esterno della rete; poi al 55' Raspadori lavora un bel pallone, viene contrastato da Vanheusden, palla nel radar di Berardi che spara da dentro l'area e fa secco Sirigu trovando l'1-1. 
Il Genoa sembra in affanno e i neroverdi provano ad approfittarne con Rogerio, Ferrari, Defrel e Berardi ma senza fortuna tra mira imprecisa e le parate di Sirigu.

L'ingresso di Pandev regala al Genoa un po' di ossigeno: l'esperienza del macedone consente di tenere qualche pallone in avanti, il Sassuolo non trova più gli spunti che ha avuto per larga parte dell'incontro: l'unico sussulto interessante è quello di Maxime Lopez, ma Sirigu si oppone senza troppi patemi.
Buono l'impatto sulla gara di Caicedo entrato per gli ultimi dieci minuti.