Condividi:


Firmata la convenzione quadro tra Università di Genova e RINA

di Redazione

Accordo quinquennale incentrato su ricerca, trasferimento tecnologico, formazione post-laurea e accompagnamento al lavoro

Si rafforza la collaborazione tra Università di Genova e RINA, multinazionale di ispezioni, certificazione e consulenza ingegneristica, grazie alla stipula, per la prima volta nella storia dei due enti, di un’articolata convenzione quadro, di durata quinquennale, incentrata sulle aree della ricerca, del trasferimento tecnologico, della formazione post lauream e dei servizi di orientamento e accompagnamento dei giovani al lavoro. Le attività di innovazione, sviluppate congiuntamente, avranno inoltre uno specifico focus sulle energie rinnovabili, la transizione energetica e la blue economy.

«Formazione, ricerca, trasferimento tecnologico, animazione e coinvolgimento sociale e culturale del territorio sono le missioni fondanti le istituzioni universitarie. L’Ateneo genovese intende sviluppare azioni mirate in questi ambiti con un costante e produttivo dialogo con il mondo dell’impresa per creare opportunità di crescita sociale e di sviluppo economico a livello territoriale», commenta il Prof. Federico Delfino, Rettore dell’Università di Genova. «La convenzione firmata con RINA, attore protagonista sulla scena internazionale delle grandi trasformazioni che la società sta affrontando, ci consentirà di portare avanti iniziative e progetti nel solco dei target di sostenibilità ambientale, economica e sociale definiti dall’Agenda ONU 2030, con ricadute importanti per i nostri studenti».

Il Cavaliere del Lavoro Ugo Salerno, Presidente e Amministratore Delegato di RINA, aggiunge: «Aziende come la nostra vivono e crescono grazie alle competenze e alla conoscenza: vale per i manager di oggi, ma varrà ancora di più per quelli di domani. Questo accordo permetterà di sviluppare iniziative di formazione sempre più mirate e rispondenti ai cambiamenti e alle necessità dei mercati. Poterlo concretizzare con l’Università di Genova, che rappresenta un’eccellenza nel panorama della formazione di livello superiore, ci permette di continuare a investire in un territorio in cui abbiamo le nostre radici e da cui vogliamo vedere arrivare anche il nostro futuro».

Per l’attuazione delle attività oggetto della convenzione stipulata, l’Università di Genova ha indicato come referente il Prof. Stefano Bracco, Dipartimento di ingegneria navale, elettrica, elettronica e delle telecomunicazioni – DITEN, mentre per il RINA il referente è l’Ing. Sauro Gazzoli, University-Business Relations Senior Director.