Femminicidio a Quinto, Alberto Scagni era geloso del cognato: oggi l'interrogatorio in carcere

di Giorgia Fabiocchi

Il fratello di Alice aveva preso di mira anche la ex fidanzata, pubblicando su Facebook alcune sue foto e minacciandola

Femminicidio a Quinto, Alberto Scagni era geloso del cognato: oggi l'interrogatorio in carcere

Alberto Scagni, l'uomo di 42 anni che la sera di domenica 1° maggio ha ucciso a coltellate la sorella sotto il suo appartamento a Genova Quinto, era geloso del cognato. Questo quanto è emerso dalle indagini. 

Scagni ha raccontato che da quando la sorella si era sposata, nel 2018, il padre lo "considerava un Dio in terra" e i rapporti si erano deteriorati. Nel frattempo questa mattina è atteso l'interrogatorio nel carcere di Marassi.

Da quanto emerge Alberto Scagni non aveva solo preso di mira la famiglia, minacciandola perché non gli imprestava più soldi, o i vicini di casa nel quartiere di Sampierdarena, a cui faceva dispetti di continuo, ma anche la sua ex fidanzata. L'uomo aveva iniziato a vessarla pubblicando su Facebook sue foto e minacciandola.