Crollo in A6, Bagnasco: "Serve un lavoro di prevenzione e manutenzione sempre più intenso"

di Alessandro Bacci

L'Arcivescovo di Genova: "Chiesa e istituzioni sono vicine alle popolazioni colpite"

Il crollo del viadotto sulla A6 ha scosso la Liguria dopo la pesante ondata di maltempo. All'indomani della catastrofe, anche il mondo della Chiesa ha espresso la propria vicinanza alla Liguria. L'Arcivescovo di Genova, il cardinale Angelo Bagnasco, ha parlato ai microfoni di Telenord di questa situazione con un messaggio di vicinanza: "Tutta l'Italia è afflitta dal maltempo, non solo la Liguria. Prima di noi basta pensare a Venezia, al Piemonte e anche al Sud. Siamo di fronte a fenomeni nuovi, in un certo senso, e sono consistenti e imponenti. Questo inmplica da parte nostra e da parte del paese un lavoro di prevenzione e manutenzione sempre più intenso di cui c'è assoluto bisogno. Esprimo la vicinanza insieme al pastore della Chiesa in Liguria a tutte le popolazioni colpite. La Chiesa cerca di essere vicina come meglio possibile, sapendo che lie istituzioni faranno la loro parte."