Covid Imperia: "La vicinanza con la Costa Azzurra espone a rischio i nostri cittadini"

di Redazione

Il direttore generale dell'Asl 1 Silvio Falco: "Intensificati i controlli alla frontiera". Afllusso limitato per i francesi in arrivo in Italia

Covid Imperia: "La vicinanza con la Costa Azzurra espone a rischio i nostri cittadini"

I dati di stamattina sul numero di contagi parlano chiaro. Su circa 1.200 tamponi: 97 sono risultati positivi e di questi circa la metà sul distretto di Ventimiglia. Sicuramente la vicinanza con la Costa Azzurra espone di più i nostri cittadini". Lo ha dichiarato stamani, il direttore generale dell'Asl 1 Imperiese, Silvio Falco, all'inaugurazione del punto vaccini di Camporosso, allestito presso il centro polivalente Falcone, che aprirà domani ai lavoratori frontalieri, alcuni dei quali sono già stati vaccinati all'ospedale Borea. "Per la situazione che stiamo vivendo qui al confine con la Costa Azzurra - ha aggiunto - profondamente rossa in termini di contagi e varianti, era importante mettere in protezione i nostri cittadini che lavorano oltre confine".

A partire da oggi le forze di polizia hanno potenziato i controlli alla frontiera, per limitare l'afflusso di francesi in Italia senza giustificata motivazione. "Nei giorni scorsi mi sono sentito con il questore e con il prefetto - prosegue Falco - i quali hanno colto appieno ciò che è l'emergenza sanitaria che viviamo sul confine. L'intensificazione dei controlli è importante per proteggere i nostri cittadini". Sulle varianti il direttore ha dichiarato: "E' importane intervenire subito ed essere rapidi nelle vaccinazioni. Domani continueremo con i frontalieri e lunedì cominceremo con gli ultraottantenni, che si sono prenotati alla media di 120 al giorno"