Coronavirus, Galli: "Ottimista per l'estate: spero che la curva stia rallentando"

di Gregorio Spigno

Il primario di malattie infettive dell'Ospedale Sacco di Milano ha aggiunto: "Le varianti sono variabili su cui ragionare"

Coronavirus, Galli: "Ottimista per l'estate: spero che la curva stia rallentando"

Massimo Galli, professore ordinario di malattie infettive all'Università Statale di Milano e primario dell'Ospedale Sacco, ha fatto il punto sulla situazione Covid: "Voglio essere ottimista per l'estate. Per le prossime settimane dovremo avere pazienza e cautela, è un dato di fatto. L'ondata epidemica ulteriore è in marcia e bisogna capire fin dove si è estesa. Tutti i conti devono essere fatti con le varianti che rappresentano variabili su cui ragionare. I dati degli ultimi giorni risentono anche del weekend, quello che vedremo fino a dopo domani è già scritto da quello che è accaduto nei giorni passati, spero si stia fermando la diffusione. Non c'è dubbio che vadano tenute le misure fino a Pasqua, anche perché quella della Sardegna è una lezione: il conseguimento di risultati che non hanno tempo di consolidarsi fa sì che bastino pochi giorni affinché tutto di nuovo si ribalti dal bianco al colorato. Bisognerà che si dica che i risultati vanno consolidati e solo dopo si può pensare a qualsiasi tipo di aperture. Speriamo - ha sottolineato - la curva stia rallentando, aspettiamo però di vedere i dati dei prossimi giorni".