Braga, consulente di Autostrade: "Il ponte era in buona salute"

di Redazione

"Oggi nessuno sa ancora perché è crollato: non c'è una risposta univoca"

Braga, consulente di Autostrade: "Il ponte era in buona salute"

"Il ponte a mio avviso era in buona salute". Lo ha detto Franco Braga, coordinatore dei consulenti tecnici di Autostrade per l'Italia che, ai microfoni di Sky Tg24, ha parlato delle cause del crollo di Ponte Morandi. "Credo che a oggi nessuno sappia perché è crollato - ha aggiunto - Non c'è una risposta univoca, incontrovertibile e definitiva. Abbiamo tanti elementi ma nessuno che ci permetta di dire oggi qual è il motivo del crollo. Morandi aveva progettato gli stralli con una resistenza tripla rispetto a quella effettivamente necessaria. Non sono stati gli stralli i primi a rompersi. Il punto è capire quando si è rotto".

"Il ponte è stato costruito in una maniera diversa da quella nella quale Morandi lo aveva progettato - ha puntualizzato Braga - Questa cosa, per esempio, potrebbe nascondere le cause reali. Questo ponte è stato più volte oggetto di manutenzioni molto importanti e ha avuto medici illustri. Per tutti i documenti che ho visto, e ne ho visti centinaia, nessuno di quelli che hanno messo le mani su quel ponte ha detto che era in una situazione grave o che richiedesse interventi urgenti per cui fosse preoccupante".