Banca Carige, Dello Strologo: "Ci auguriamo che la cessione del ramo d'azienda non leda i lavoratori"

di Redazione

"Accogliamo con preoccupazione la notizia. Speriamo vivamente che l'identità della banca genovese sia tutelata al di là del mero mantenimento del marchio"

Banca Carige, Dello Strologo: "Ci auguriamo che la cessione del ramo d'azienda non leda i lavoratori"

"Accogliamo con preoccupazione la notizia che un ramo aziendale di Bper, che interessa anche un numero di filiali in Liguria, dovrà essere ceduto per porre rimedio a un eccesso di quota di mercato. Speriamo vivamente che l'identità della banca genovese sia tutelata al di là del mero mantenimento del marchio. Ci auguriamo che l'operazione di aggregazione in corso tra Bper e Carige si realizzi nell'ottica del mantenimento del rapporto con la città e il territorio. E che si svolga senza ledere i diritti le prerogative e le competenze delle lavoratrici e dei lavoratori di Carige". A dirlo è il candidato sindaco dell'area progressista Ariel Dello Strologo in merito all'autorizzazione dell'Antitrust al prossimo passaggio di Banca Carige sotto il controllo di Bper.

"Per noi resta fondamentale la salvaguardia dei risparmiatori e la valorizzazione e conservazione del personale dell'istituto bancario ligure. Nel nostro territorio non c'è paese in cui non ci sia, sui muri di qualche edificio, la presenza dell'insegna di Carige, segno del grande radicamento di questo istituto. È necessario puntare sul mantenimento dei lavoratori e sul potenziamento della banca. È necessaria la realizzazione di un piano industriale che indichi negli investimenti infrastrutturali legati all'economia portuale il punto fondamentale dell'attività di Carige. Tutto questo passa attraverso un rapporto corretto e trasparente tra la proprietà e le organizzazioni sindacali che sono le prime a richiedere un piano industriale di potenziamento della banca, di valorizzazione del personale attualmente in carica all'istituto bancario", commenta Gianni Pastorino, capogruppo di Linea Condivisa in Consiglio Regionale, per conto della Lista Europa Verde con Sansa e Linea Condivisa.