Albiano Magra, concluse le operazioni di varo della campata centrale del ponte

di Marco Innocenti

Toti: "Se resteranno le rampe sostitutive, potrà arrivare un vantaggio per questo territorio". Giampedrone: "Ponte e casello Ceparana risorse per la zona"

Albiano Magra, concluse le operazioni di varo della campata centrale del ponte

"La conclusione delle operazioni di varo della campata centrale rappresentano un passo avanti importante verso la ricostruzione, segno che il cantiere procede nei tempi e nei modi in cui era stato promesso alla popolazione". Lo ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, al varo della campata centrale del ponte di Albiano Magra, insieme all'assessore regionale alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone, al Commissario Straordinario Fulvio Maria Soccodato, al viceministro delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili Alessandro Morelli e al Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani. "A questo punto se anche le rampe sostitutive resteranno, alla fine da questa sciagurata vicenda può arrivare anche un vantaggio per questo territorio che ha sempre sofferto problemi di viabilità" ha concluso Toti

"I lavori per la ricostruzione del ponte di Albiano stanno procedendo e ne siamo soddisfatti - ha commentato l'assessore Giampedrone - Il viadotto è sempre stato strategico per i collegamenti con la bassa val di Vara e la val di Magra e la Toscana. Nel frattempo ha dimostrato la sua validità il casello autostradale di Ceparana a Bolano, sulla A12, perché sin dall'apertura ha migliorato in maniera significativa la mobilità e rappresenta un percorso alternativo sicuro per i mezzi di soccorso. In questo territorio al confine fra Liguria e Toscana risiedono oltre 30mila persone e sono presenti mille aziende, con 6mila addetti in vari settori; in media sono più di 4mila i veicoli che ogni transitano dalle rampe sulla A12. Siamo quindi convinti che saranno una risorsa per la viabilità della zona anche una volta riaperto il ponte".

La campata, costituita da una struttura metallica lunga 102 metri per circa 530 tonnellate di peso, è stata sollevata con speciali macchinari e posizionata tra la seconda e la terza pila. Al contempo, spiega una nota di Anas, proseguono secondo il cronoprogramma le operazioni per l'assemblaggio e il varo delle altre tre campate per completare l'intero impalcato sul quale sarà poi realizzata la sovrastruttura stradale e la pavimentazione.