Venerdi, 20 settembre 2019  

Vomita al market e minaccia cassiera, “sei donna, pulisci tu”, arrestato nel Bisagno

Marocchino bloccato nel greto dalla polizia: rischia l'aggravante per la discriminazione sessista
2019-09-11T12:51:48+00:00

Ubriaco da non reggersi in piedi ha vomitato davanti alle casse del supermercato e quando la cassiera gli ha allungato uno straccio invitandolo a pulire non ha trovato niente di meglio che minacciarla di morte gridandole: “Pulisci tu che sei donna, al mio Paese gli uomini non fanno queste cose...”.

Protagonista del convulso episodio avvenuto oggi pomeriggio a Staglieno, in Valbisagno, un marocchino di ventotto anni che subito dopo si è dato alla fuga lanciandosi nel greto del torrente Bisagno dove gli agenti delle volanti, dopo un convulso inseguimento fra la fitta vegetazione e sotto gli occhi di decine di passanti e automobilisti, lo hanno bloccato e arrestato.

L’uomo deve rispondere di numerosi reati fra cui le minacce alla cassiera, che potrebbe essere aggravata perché nelle sue parole di disprezzo verso la donna, ipotizzano gli agenti, si potrebbe configurare una discriminazione di tipo sessista.

Lo straniero, si è scoperto dopo, era ricercato perché si era reso irreperibile dopo non avere rispettato alcuni obblighi a cui era tenuto dopo reati legati allo spaccio di droga commessi a Bologna.

Non solo: nel suo folle raid di oggi alimentato dall’alcol ingurgitato, l’uomo dopo avere minacciato di morte la cassiera ha fatto lo stesso con un altro dipendente e il figlio della donna (sopraggiunto nel frattempo sul posto), che hanno cercato di fermarlo. Quindi si è gettato fra la fitta vegetazione del greto del Bisagno dove si è aperta una vera e propria caccia all’uomo  cui hanno preso parte gli agenti delle volanti della questura diretti dal vice questore Alessandra Bucci e gli agenti del commissariato di Prè.

Fra le persone che hanno aiutato i poliziotti a scovare il fuggiasco nascosto fra le siepi anche alcuni conducenti della Amt che dalla vicina rimessa dei bus delle Gavette, dopo avere visto dove si era nascosto l’uomo, l’hanno indicato e fatto arrestare dagli agenti.

TELENORD