Condividi:


Eccezzziunale...veramente! Ugo Conti a Sanremo

di Giulia Cassini

L'intervista al ristorante Da Nicò in piazza Bresca, tra serate vip

Ugo Conti, l'amico di infanzia di Abantuono, con cui ha diviso il set per decine e decine di film è a Sanremo in piazza Bresca nella serata del 3 febbraio e si concede qualche piatto nel ristorante Da Nicò, con Raffaele Martino che lo guida tra i sapori sanremaschi. La storia connota questo locale dove tradizione e innovazione trovano il giusto bilanciamento dagli anni Trenta ad oggi.  Tanti gli ospiti vip sia durante il festival sia nell'arco dell'anno.

Capitano anche serate speciali come quella con Ugo Conti, volto notissimo del Derby Club, di Marrakech Express, Mediterraneo, Il Barbiere di Rio, Il Testimone dello Sposo, solo per citarne alcuni visto che ha brillantemente interpretato sia ruoli drammatici sia comici. 

Conti è stato anche diretto da Gabriele Salvatores in tanti lavori come Happy Family, Nirvana, Turné, Mediterraneo, ma non si è risparmiato nemmeno nel piccolo schermo come opinionista calcistico o ne "La Fattoria".  

"Sono venuto a trovare i miei amici in questo posto meraviglioso - dice Ugo Conti  - farò da apertura all'evento al Casinò... Ho uno spettacolo musicale che è prettamente italiano. Porterò Battisti, Vasco Rossi, Puppo, I Ricchi e Poveri". Si diverte a cantare quello che sente dentro, tra i riferimenti musicali in ambito internazionale cita in primis "I Beatles, nasco con loro, litigai con mia mamma perché non me li fece andare a vedere al Vigorelli nel 1965 quando avevo 10 anni".

Sul rap al Festival "E' la contemporaneità, ho due figlie giovanissime che ascoltano queste canzoni. Se tengo Vasco Rossi mi spengono la radio. Momenti tremendi, però alle nuove generazioni piace questa musica e li rispetto".