Savona, oltre a Jacobs altri due campioni olimpici al meeting della Fontanassa

di Redazione

Nei 100 saranno al via Fausto Desalu e Lorenzo Patto, altri due componenti della staffetta che a Tokyo ha conquistato la medaglia d'oro

Savona, oltre a Jacobs altri due campioni olimpici al meeting della Fontanassa

Due campioni olimpici nei 100 metri di Savona.

Mentre cresce l'attesa in tutto il mondo per i 200 metri di Marcell Jacobs, è di oggi la notizia che al Memorial Ottolia del 18 maggio gareggeranno altri due protagonisti della staffetta 4x100 medaglia d'oro all'Olimpiade di Tokyo: Fausto Desalu e Lorenzo Patta.

I due sprinter azzurri delle Fiamme Gialle si ritroveranno da avversari sul doppio rettilineo della Fontanassa che nella scorsa stagione ha ospitato il 9.95 di Jacobs, primo record italiano del velocista del Garda sulla strada verso l'oro olimpico.

In quella stessa giornata, un'altra notizia per l'atletica italiana era stato proprio il 10.13 con cui Lorenzo Patta si candidava con forza per un posto in staffetta. Il sardo, poi primo frazionista in Giappone, aveva vinto la finale dopo la rinuncia di Jacobs che aveva siglato il record in batteria: torna a Savona per tentare il bis su una pista tradizionalmente apprezzata dagli sprinter.

Anche per Fausto Desalu, Savona significa primato personale: i suoi migliori 100 metri in carriera li ha corsi proprio in Liguria, nell'edizione del 2020, con 10.29, nella gara del testa a testa tra Tortu e Jacobs.

Un crono che il duecentista è intenzionato a migliorare in questa stagione, in prospettiva 200 metri, con lo sguardo verso i Mondiali di Eugene e gli Europei di Monaco di Baviera.

La gara-sprint avrà al via l'altro staffettista azzurro che ha fatto parte, come riserva, del gruppo della 4x100 a Tokyo Wanderson Polanco, e diversi interpreti internazionali.

Il nome di maggior richiamo è il francese ex primatista d'Europa Jimmy Vicaut, privato proprio da Jacobs del record continentale in semifinale all' Olimpiade per lui 9.86 in carriera, 10.06 nella scorsa stagione.

L'altro francese ai blocchi è Mouhamadou Fall (10.04 di primato personale) che ha incrociato le armi con Patta agli Europei a squadre dello scorso anno a Chorzow. Di nuovo sulla Riviera di Ponente l'ivoriano Arthur Cissé, uomo da 9.93 e recente finalista nei 60 metri ai Mondiali indoor.