Savona, il sindaco Russo incontra gli Industriali: "Città punta a riprendere ruolo di capofila"

di Marco Innocenti

Il primo cittadino: "Approfonditi temi sui quali ci siamo già attivati". Berlangieri: "Ripresa non può non passare dal tema delle infrastrutture"

Savona, il sindaco Russo incontra gli Industriali: "Città punta a riprendere ruolo di capofila"

Si è tenuto in Comune a Savona, nell'ufficio del sindaco Marco Russo, un importante incontro con i vertici dell'Unione degli Industriali, il presidente Angelo Berlangieri e il direttore Alessandro Berta, e gli assessori della sua giunta cittadina. Il presidente Berlangieri e il sindaco Russo hanno concordato su quanto sia essenziale puntare sulla riacquisita consapevolezza della funzione di capofila che la città di Savona deve necessariamente riassumere, in qualità di comune capoluogo, come vettore delle esigenze di area vasta, con quel ruolo di responsabilità e servizio anche verso gli enti territoriali del comprensorio sulle comuni tematiche territoriali, infrastrutturali, pianificatorie, economiche e anche sul ruolo di “servizio” al territorio e agli enti del comprensorio.

E' stato un incontro molto importante – è il commento del sindaco Russoche rientra nelle progettualità che Re-Start dedica alle tematiche dello Sviluppo. Sono stati approfonditi punti sui quali verte l'impegno del Comune che su molti fronti si è già attivato. Ad esempio il tema della comprensorialità, uno dei punti più importanti dell'Agenda, sul quale il Comune ha già dato prova con le partite del Porto e delle Funivie”.

La ripresa – ha aggiunto il presidente Berlangieri - non può non passare dal tema cruciale delle infrastrutture, della mobilità e del Porto. Abbiamo condiviso gli obiettivi di una pianificazione urbana e dei trasporti che valorizzi TPL, al rotaia e la mobilità sostenibile, affinché Savona si consolidi quale snodo essenziale di ingresso e uscita di lavoratori, studenti, merci e operatori commerciali. Un sistema che lavori in sinergia con il Porto, coinvolgendo traffico rotabile, crocieristico e potenzi il trasporto via ferro, oltre alla promozione delle opere di ultimo miglio essenziali per la città e per l’economia, come lo svincolo di Miramare e il completamento dell’Aurelia bis fino a Legino. Tutto questo, di pari passo con un concreto processo di pianificazione e rigenerazione urbanistica e urbana”.

La ripresa deve passare anche da turismo, cultura, scuole e università - gli fa eco Alessandro Berta, direttore dell'Unione Industriali di Savona - Nell’incontro con l’amministrazione comunale abbiamo evidenziato la rilevanza delle aziende culturali e turistiche e il ruolo del capoluogo nella DMO provinciale. Al tempo stesso, è di estrema importanza puntare sulle nuove generazioni, abbattere l’abbandono scolastico, migliorare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, promuovere le eccellenze scolastiche”.  Industriali e Comune hanno concordato come serva intensificare e strutturare ancor più il rapporto con l’Università di Genova e investire sul Campus, così come favorire la fruizione della città da parte degli studenti. 

“Savona - conclude Angelo Berlangieri - ha tutte le potenzialità per accompagnare il territorio nell’individuare e potenziare i vettori di crescita. Gli industriali ci sono e la Giunta ha dato prova di lavorare su idee e progetti essenziali per dare identità alla città”.