Regionali Liguria, la sinistra vuole Ferruccio Sansa a capo della coalizione

di Andrea Carozzi

Pastorino: "È la figura che rappresenta meglio il programma. Toti è in campagna elettorale da tempo e sta facendo sfaceli nella sanità, e nel lavoro"

"Credo che Ferruccio Sansa sia il nome giusto per guidare l'alleanza di centro sinistra alle prossime elezioni regionali"A Dirlo è Gianni Pastorino di Linea Condivisa durante un incontro tra le varie anime della sinistra, tra cui la stessa Linea Condivisa, Sinistra Italiana, Europa Verde e Possibile tenutosi oggi sabato 20 giugno alle 18 in piazza Durazzo.

Toti è in campagna elettorale da tempo immemore e sta facendo sfaceli nella sanità pubblica, nel lavoro e a livello ambientale e a nostro modo di vedere è giunta l’ora di prendere una posizione condivisa e Sansa è probabilmente la figura che riesce a rappresentare di più il programma che ci siamo dati”.

Durante l'incontro, Carla Nattero, coordinatrice regionale di Sinistra Italiana ha sottolineato che: "il Pd forse si è trovato in una situazione imprevista ma adesso deve prendere atto del fatto che l’unica candidatura possibile è quella di Sansa".

Il messaggio è stato ribadito più volte nel corso del presidio che arriva poche ore dopo una riapertura del dialogo tra Campo progressista e M5s con il Pd intenzionato a trovare un nuovo nome alternativo a quelli usciti fino a oggi.

Nonostante l’appello della sinistra ligure, il nome del candidato che dovrà affrontare alle prossime elezioni regionali il centrodestra guidato dall’attuale governatore Giovanni Toti resta un rebus.